CONTINUIAMO A COSTRUIRE la Federazione Arrampicata Sportiva del FUTURO INSIEME con Davide Battistella

MISSION

Nei nostri 16 mesi di mandato per sostenere la forte crescita dell’arrampicata sportiva e affrontare le nuove sfide derivanti dall’essere diventata una disciplina olimpica è stato necessario ed urgente intraprendere un percorso per rilanciare e riorganizzare la Federazione (Disciplina sportiva associata), con l’intento e l’obiettivo di diventare una Federazione vera e propria. E dal nostro insediamento, si è passati ad una gestione trasparente, professionale e organizzata.

Ad oggi la FASI è stata in grado di fornire a tutti gli affiliati e le Associazioni Sportive adeguati strumenti organizzativi e culturali per promuovere e far crescere sia l’arrampicata sportiva agonistica di Alto Livello/Elite, sia quella amatoriale/ricreativa intesa come “sport di base” su strutture artificiali ed in falesia. Un adeguato sostegno è stato dato alle Nazionali Senior, Giovanile e Paraclimb, con particolare attenzione alla sfida olimpica. Ma il lavoro da fare è ancora molto e l’obiettivo di diventare FSN sempre più vicino.

L’arrampicata sportiva sta rappresentando nel contesto sociale un importante strumento educativo mediante la trasmissione dei valori cardini dello sport, quali: tolleranza, correttezza e rispetto delle regole, rispetto degli avversari, uguaglianza (di razze, sesso, etc.), spirito di squadra e convivialità.

VISION

Siamo vicinissimi al traguardo e per perseguire l’importante obiettivo di diventare definitivamente una Federazione a tutti gli effetti ed uscire dal limbo delle Discipline Sportive Associate dove si è galleggiato per troppo tempo, una nuova struttura organizzativa trasparente e professionale e la revisione degli statuti sono il presupposto necessario. Di pari passo i risultati agonistici delle Nazionali stanno rappresentando il volano per questo passaggio, e grazie alla corretta pianificazione strategica dell’Alto Livello con il coinvolgimento dei tecnici e degli atleti interessati, siamo riusciti nell’impresa di qualikficare ben 3 atleti su 4 ai prossimi giochi olimpici di Tokyo 2021 che come saprete sono stati posticipati di u anno a causa dell’emergenza coronavirus.

Il nostro intento è di far sentire tutti i tesserati (agonisti ed amatori) e le Società/Associazioni affiliate parte attiva della Federazione coinvolti nelle scelte e nei processi operativi finalizzati al raggiungimento degli obiettivi comuni. In questo modo si sta stimolando e rafforzando il senso di appartenenza alla Federazione che innesca la volontà degli arrampicatori di riconoscersi e aggregarsi sotto l’egida FASI.

La Vision potrà essere raggiunta solamente se continueremo ad essere in grado di raccogliere le sfide ed i segnali di innovazione che vengono dal mondo esterno e da quello interno alla Federazione

D’altro canto è innegabile che senza una adeguata struttura e organizzazione difficilmente si potranno continuaare a perseguire gli obiettivi proposti. In questi 16 mesi la struttura organizzativa della FASI, di per se gerarchica, sta finalmente tendendo a diventare una struttura organizzata per funzioni in grado di garantire risultati condivisi in minor tempi e soprattutto un lavoro di staff, essenziale per il coinvolgimento e la valorizzazione delle risorse umane. La cultura organizzativa, ovvero lo strumento in grado di generare integrazione ed accordo tra le società affiliate ed i tesserati della Federazione, sta incoraggiare la cooperazione e la trasmissione di un forte sentimento di identità che continuerà ad essere da stimolo per tutti i tesserati stessi e le Associazioni Sportive.

Il nostro impegno pluriennale all’interno della FASI in molteplici ruoli e settori (Consiglieri Federali, Presidente/Delegati regionali, Presidenti di Società, atleti, tecnici, giudici, membri di commissioni, ecc..) ci ha consentito di acquisire una approfondita conoscenza sia della Federazione stessa che delle esigenze dei tesserati e delle Società/Associazioni Sportive, dall’analisi dei contesti si sono quindi identificati per ogni settore gli obiettivi prioritari (a brevissimo, breve, medio e lungo termine) e quindi elaborate le strategie e le azioni per raggiungerli.

COSA ABBIAMO REALIZZATO IN 16 MESI

Consolidamento dei rapporti con le istituzoni

Grazie all’incessante lavoro del presidente federale in carica Davide Battistella è stato consolidato il profilo politico della FASI perfettamente integrato nelle dinamiche federali e nei rapporti tra istituzioni e mministero dello Sport.

Affiliazione e tesseramenti

Per intercettare la crescente richiesta di “arrampicata” e aumentare i tesserati abbiamo riorganizzato grazie al lavoro dei consiglieri Ernesto Scarperi e Roberto Bruni il sistema di tesseramento con tariffe differenziate in base ai ruoli (amatore, agonista, tecnico, dirigente) arrivando ad abbattere il costo della tessera amatoriale al competitivo costo di 9 euro. L’aumento delle entrate derivanti dai tesseramenti sta poermettendo di Migliorare i servizi a favore delle società affiliate, degli atleti e dei tecnici. (es. sostegno Nazionali, circuito gare, nuove opportunità assicurative).

Struttura operativa Federale

Abbiamo istituito una sede operativa presidiata presso il palazzo CONI Milano (Segreteria), anche sede del Segretario Generale (coordinamento attività amministrative e contabilità degli uffici federali). Passando quindi ad una gestione “aziendale”: trasparente e professionale.

Contabilità e tesoreria

Con l’aumento dell’attività federale, dei tesserati e dell’avvio del progetto olimpico, abbiamo assecondato l’esigenza di affidare ad un ufficio contabile esterno la gestione patrimoniale della FASI.

Commissione studi, ricerca e formazione

La formazione grazie al referente Antonella Strano sta diventando uno dei motori trainanti della Nuova Federazione. E‘ necessario favorire la crescita culturale del ruolo fondamentale della Formazione. Formazione e aggiornamenti costanti ed attuali per accrescere le competenze come valore aggiunto alle associazioni sportive della FASI.

Paraclimb

Sviluppare l’attività e sostenere il Team paraclimbing, per avere un gruppo sempre più competitivo a livello internazionale. Un settore strutturato guidato dal referente Simone Salvagnin già a lavoro per il nostro movimento.

Territorio

Abbiamo istituito una Piattaforma Territoriale (PT). Insieme al referente nel consiglio federale Monica Sciajno, abbiamo individuato obiettivi e strategie condivise tenendo conto delle esperienze concrete e quotidiane dei referenti territoriali, informato in merito alle scelte fatte e dato risposte univoche alle richieste del territorio.

Nazionali Senior e Settore Giovanile

Abbiamo definito obbiettivi e struttura organizzativa, introducendo la pianificazione su medio e lungo periodo.   Oltre a sostenere il Team olimpico e far crescere gli atleti di oggi è stato rivoluzionato il settore govanile guidato dal DS Davide Manzoni e il DT Tito Pozzoli insieme al responsabile del settore giovanile Cristina Cascone a supporto degli atleti di domani  (il mondo non finisce a Tokyo!) per avere un team ancor più competitivo a livello internazionale.

w

Area comunicazione

E’ stata riorganizzatar l’Area Comunicazione consolidando la presenza nei media classici (stampa e televisione) e valorizzando anche i social network. Sfruttare la risonanza dell’impatto mediatico per raccontare gli atleti, promuovere dell’arrampicata sportiva, anche in vista dell’evento Olimpico che rappresenta una grande opportunità per la promozione del nostro sport.

Gestione Emergenza Coronavirus

In un epoca che ha sconvolto non solo il mondo sportivo, ma lo stile di vita di ogni singolo individuo in ogni angolo del mondo, siamos tati in grado di rispondere protnamente rientrando tra le prime federazione ad elaborare un proprio protocollo di contenimento per diminuire il rishcio di contagio legato al nostro sport. Abbiamo, nei mesi di lockdown, tenuto viva la motivazione dei nostri atleti e dei nostri tesserati con inziative di comunicazione e condivisione volte a non perdere il contatto con i nostri appassionati.

 

Acquisizione FISKY

Il C.O.N.I. ha individuato la F.A.S.I. come DSA in grado di acquisire un nuovo settore federale ad importante prova del riconoscimento di diversi fattori: l’arrampicata vede, infatti, ormai una crescita e uno sviluppo costanti sul territorio nazionale; inoltre, il lavoro finora svolto dal nuovo Consiglio con il referente Luca Zuccheri ha dimostrato che la F.A.S.I. può contare su basi di competenza e professionalità che la rendono un organismo serio e affidabile, quindi capace di accogliere un nuovo settore e guidarlo verso l’uniformità dei regolamenti tecnici e amministrativi.

 

Corpi militari

Abbiamo migliorato i rapporti con i corpi militari grazie a periodici incontri e continuiamo a stimolando la nascita di nuovi gruppi sportivi delle altre forze armate in modo da supportare i molti giovani atleti di talento.

Passaggio a FEDERAZIONE

Abbiamo i requisiti sportivi e ai sensi dello statuto del CONI per proporci come Federazione Sportiva (FSN) Per la crescita ed essere all’altezza della sfida Olimpica il passaggio da DSA a FSN è fondamentale e consente l’accesso a fondi economici superiori a quelli attuali.

Attività amatoriale

Valorizzare e sostenere l’arrampicata anche come sport amatoriale. Condividere e sostenere la funzione sociale, educativa, ricreativa e sanitaria; ampliare l’offerta sul territorio. A livello statutario va chiarito il significato di “amatoriale/promozionale e quindi istituiti circuiti di gara senior e giovanili prima locali e poi anche nazionali.

Commissione tecnica

Attuare in modo completo le funzioni assegnate alla commissione tecnica coinvolgendo più persone per protare avanti obiettivi concreti come la revisione del circuito di gare, la sicurezza dei tracciatori, la definizione dei criteri per i centri federali e tanti altri.

Attività in falesia

attività prevista dallo Statuto (anche in falesia su vie monotiro e sui massi), ma attualmente non disciplinata. Necessità di regolamentazione a tutela di Istruttori/ Società e attività formativa.

Omologazione strutture artificiali

 È previsto dalla normativa e permette in prospettiva di svolgere le gare su strutture omologate CONI. Come richiesto dal CONI, va conclusa l’elaborazione del regolamento tecnico federale con il supporto di un’apposita commissione.

Commisisone Scuola

Il mondo scolastico rappresenta un’opportunità unica per lo sviluppo del nostro sport. Formazione di una COMMISSIONE SCUOLA che elabori e sviluppi un progetto e relativa documentazione a cui tutte le società sportive possano attingere per potersi inserire nel mondo della scuola e della formazione